News IT

Risultati sportivi e tante emozioni ai Regional Games di Lugano

Praticare sport, coltivare amicizie, partecipare di nuovo a un grande evento. Questi sono alcuni delle sensazioni espresse dagli atleti, coach, familiari e volontari che hanno partecipato ai Regional Games di Lugano. A fine manifestazione tutti si dicono unanimi nell’affermare che “era finalmente giunto il momento di poter fare di nuovo ciò che amiamo!”

I Regional Games, per la prima volta in assoluto a Lugano, si sono svolti nel cuore della città dal 22 al 24 ottobre con l’aiuto di un caldo clima autunnale. I 130 atleti presenti hanno gareggiato negli sport di bocce, nuoto, tennis e vela. Tutti gli atleti hanno compensato la mancanza di allenamento, forzato dalla pandemia, con una grande spinta emotiva e voglia di confrontarsi. La manifestazione si è infatti conclusa senza infortuni rilevanti.

Venerdì la vela ha aperto giochi nella splendida cornice del lago Ceresio che ha offerto una giornata soleggiata con vento adeguato. Sabato hanno avuto luogo i Divisioning e le prime finali nei restanti sport. Nella mattina di sabato, circa 20 bambini e le loro famiglie si sono incontrati al Kids & Family Day per conoscere in modo giocoso i diversi sport offerti da Special Olympics in collaborazione con le società sul territorio luganese. Per i familiari di bambini con disabilità, questa è sempre un’occasione importante per fare rete e scambiare esperienze. La sera non è mancato l’incontro informale di tutti i partecipanti per la cerimonia di apertura con discorsi delle autorità, conversazioni amichevoli, una deliziosa polenta con brasato e naturalmente la consueta serata danzante.

Durante l’aperitivo al Ristorante Lido, l’onorevole Raffaele De Rosa ha parlato dell’importanza dell’inclusione nella società e ha ringraziato il collegio organizzativo per l’importante lavoro svolto sul territorio a favore delle persone con disabilità. Durante questo momento Walter Caranzano lascia ufficialmente il consiglio di fondazione di Special Olympics e gli subentra Evaristo Roncelli. Walter ha fatto parte di Special Olympics sin dalla sua fondazione in Svizzera e passa il testimone dopo oltre dieci anni. Special Olympics ha voluto omaggiare il lavoro svolto assegnando a Walter l’onorificenza di entrare a far parte del Circle of Honor di Special Olympics. Nella cerchia ristretta delle persone che si sono distinte per il loro impegno a favore si Special Olympics è entrato a far parte anche Lorenzo Giacolini, dato che è stato uno dei pionieri in Ticino per lo sport inclusivo e per le opportunità sportive per le persone con disabilità in generale. Molte grazie a Lorenzo e a Walter per il loro impegno ed enorme contributo!

Un ringraziamento particolare va alla Divisione Sport della città di Lugano, che ha organizzato questi Giochi in stretta collaborazione con Special Olympics, ed ha saputo creare un nuovo evento in maniera molto professionale con grande attenzione ai dettagli. Grazie al Comitato Organizzatore, a tutte le società sportive, ai molti volontari calorosi e instancabili e agli sponsor, che tutti insieme hanno reso possibile un evento indimenticabile. Molte grazie anche agli atleti e agli allenatori per la loro partecipazione ai Regional Games che hanno contribuito a creare un ambiente unico nel suo genere. Infine, un ringraziamento a tutti coloro che non hanno avuto un ruolo definito ma che con il loro supporto hanno contribuito al successo dell’evento.

Potete trovare una prima selezione di immagini dell’evento qui.

Altre foto si trovano qui.

Potete trovare i filmati qui.

Le classifiche si trovano qui.

Inizio pagina