Stelio Belloni

Testi in lingua facile

In occasione dell’incontro regionale in Ticino, Stelio Belloni è stato ammesso al Circle of Honor. Il primo contatto di Stelio Belloni con Special Olympics fu la sua partecipazione agli European Summer Games del 1990 a Glasgow. Seguì un altro viaggio agli World Games di Minneapolis e Stelio – e con lui tutto il Ticino – fu irrimediabilmente contagiato dal virus SOSWI. Poco dopo Special Olympics fondò una commissione cantonale in Ticino, presieduta da Belloni.  Era sempre sul campo: come coach, amico degli atleti, Head Coach nelle delegazioni, organizzatore, responsabile per la disciplina dello sci alpino e per un anno addirittura come direttore sportivo. L’energico ticinese afferma: «Potrei scrivere un libro su tutti i meravigliosi ricordi degli ultimi 20 anni. I più emozionanti restano però i toccanti incontri con gli atleti e le famiglie. La gioia, la motivazione e la gratitudine; l’impegno degli atleti; gli abbracci dopo un training o una competizione: sono tutte perle preziose che porto sempre con me.» Belloni si ricorda delle commoventi parole di una madre dopo gli World Games: «Grazie di cuore. Ci avete cambiato la vita. Oggi nostra figlia si sente integrata e accettata nel nostro paese.»

Inizio pagina